Archive from luglio, 2009
Lug 15, 2009 - Senza categoria    117 Comments

…i sogni!

Mi piace pensare che ognuno di noi ha dei sogni. Perché i sogni ci permettono di affrontare la realtà con più leggerezza. Io ho tanti sogni, che magari sfociano in aspirazioni, a volte in illusioni, la maggior parte delle volte restano sogni, e nient’altro. Io ne ho molti, di sogni. Ne ho sempre avuti. Come tutti i bambini, mi rifugiavo nei sogni quando qualcosa non andava nel verso giusto, che fosse una verifica o un rapporto d’amicizia. Io tornavo a casa, e mi mettevo nella mia cameretta tranquilla, a fare il “mio dovere”, mentre la bufera passava. O se non c’erano bufere nell’aria, io mi ci rifugiavo comunque, nel mio mondo. Ed è così che ho scoperto che la lettura poteva essere un valido aiuto al mio evadere dalla realtà. Dio, non sono una sognatrice, di quelle che si mettono con un dito nel naso ad aspettare che la vita passi loro davanti, no affatto. Anzi, cerco di morderla la vita. Per non farmi sopraffare, fondamentalmente. Ma questo è un altro discorso. Dicevo dei sogni. Dicevo che ne ho molti. Da piccolina facevo ridere tutti alle riunioni della famiglia (di mia mamma, quella di mio padre sorvoliamo…!) perché io me ne saltavo fuori dicendo “da grande farò il primo presidente della repubblica donna” e giù tutti a ridere. Beh io allora ne ero convinta, ora senza dubbio un po’ -molto- meno. Va beh che con quello che succede oggigiorno nel mondo, forse potrei farcela anche io…eh no, non ho mai voluto fare la ballerina, come tutte le ragazzine bene o male sognano di fare. E invece mi ritrovo a fare l’impiegata, ultimamente parecchio insoddisfatta, comunque sono molto lontana dal mio sogno fanciullesco. Poi è stato il periodo del sognare di fare la veterinaria, poi sono diventata vegana per non immaginare soffrire gli animali…figuriamoci come sarebbe stato vederli soffrire…Dopodichè sognavo una grande carriera universitaria, poi mi sono dovuta barcamenare in lavoretti per finire addirittura le superiori, altrimenti addio pure al diploma. Ma questo sogno ancora non l’ho accantonato. In fin dei conti ancora potrei mettermi a studiare.  Non ho ancora l’età per abbandonare tutte le speranze. Solo che realisticamente, il lavoro non me lo permette. Sia dal punto di vista economico che di tempo effettivo. Comunque mi piacerebbe studiare lingue e letterature straniere. O criminologia. Per questo, mai dire mai. Poi di sogni ce ne sono a bizzeffe. E a volte diventano dei veri e propri desideri. Per esempio, io non sogno la casa con i bambini e il cane, no. Sogno di avere un buon rapporto con il mio ragazzo, costruito con passione e difficoltà giorno per giorno. Sogno di avere una bella casa, la piscina, un bel giardino. Non sogno figli. Sogno di non dover rinunciare alla mia via -lavorativa e sociale- per nessuno. Sogno di non avere più problemi economici, di arrivare a fine mese serenamente. Sogno che la mia mamma sia davvero felice, di quella felicità con la f maiuscola, tanto difficile da raggiungere, e forse del tutto inesistente. Sogno di poter contribuire io, ad aiutarla. Sogno di raggiungere prima o poi un posto di prestigio, nel mio lavoro. Sogno che mi guardino con rispetto, per le mie capacità dimostrate sul campo. Sogno che kiki possa finalmente guardarmi con gli occhi sereni e dirmi “sto bene”. Sogno di svegliarmi la mattina senza più istinti omicidi. Sogno di svegliarmi la mattina, guardarmi allo specchio e vedermi finalmente per quello che sono veramente, e non per quello che la mia mente bacata mi rimanda…sogno di svegliarmi la mattina con un sorriso sulle labbra, e non con una smorfia contrariata verso la giornata lunga che mi spetterà. Sogno di salvare tutti i gatti che si sentono abbandonati. Sogno di vivere in un mondo sereno. So di essere egoista, io sogno per me…non per gli altri…sogno un sacco di altre cose. Sogno che i bambini non soffrano più. Sogno davvero che tutti quelli a cui voglio bene possano essere sereni. Sogno che un giorno qualcuno mi ringrazi, per avermi conosciuto. Sogno di potermi apprezzare totalmente, con tutti i miei difetti e (pochi) pregi. Sogno…e intanto il tempo passa…ma io continuo a sognare, i sogni sono gratuiti, restano privati finchè non siamo noi stessi a svelarli…e donano anche solo un momento di -finta, lo so- stacco dalla realtà…

Sì, io sogno. E continuerò a farlo, accrescendo giorno con giorno il mio taccuino fitto fitto di sogni.

“I sogni son desideri di felicità…nel sonno non hai pensieri, ti esprimi con sincerità. Se hai fede chissà che un giorno, la sorte non ti arriderà. Tu sogna e spera fermamente, dimentica il presente, e il sogno realtà diverrà…diverrà…”

Lug 8, 2009 - Senza categoria    47 Comments

Eh stamattina…

24-06-09_2116.jpgE anche stamattina è già iniziata! Per fortuna siamo già a Mercoledì, ormai i miei famosi nervi d’acciaio se ne sono andati beatamente in ferie…fortnati loro! Anche perchè -e non è da poco- non si devono mettere in costume! Comunque.

Ieri mi sono resa conto che posso dire finalmente che sto bene. Al di là del fatto che ancora la notte non dormo, sono un pò di giorni ormai che non vengo sopraffatta da pensieri negativi, ansia, stati di negatività assoluta. E’ passata, finita, pietra sopra, esperienza chiusa. E adesso, a distanza di cosa forse, un paio di mesi? Ecco, adesso sto bene da quel punto di vista. Ce l’ho fatta anche stavolta, e non avevo dubbi, solo che davvero mi sembrava particolarmente dolorosa. Invece mi sbagliavo. Mi sbagliavo ed avevo ragione al contempo. Era sì dolorosa, ma non così pericolosa dal punto di vista vitale. Ebbene, sono rinata dalle mie ceneri, se di ceneri si può parlare.

Adesso devo solo sistemare il fatto del non-dormire, dopodichè farò una strage con i miei colleghi, e poi il kharma sarà raggiunto in pieno…mi sa che arriverò al Nirvana (e magari mi becco pure Kurt…ahahah che battuta!!!).

Eh sì, stamattina è il tramonto della mia tristezza.