Archive from agosto, 2009
Ago 27, 2009 - Senza categoria    118 Comments

E’, l’amico è…

Diceva una canzone “è l’amico è qualcosa che più ce n’è meglio è”. Sarà vero? Secondo me no. Perché gli amici, ma quelli veri beh è tutta un’altra storia. Io non ho mai avuto molte Amiche, e tutt’oggi quelle vere le conto sulle dita di una mano. Per loro sono sempre disponibile…e loro per me? La mano sul fuoco la metto solo per una…ma le altre?  Una mi ha delusa giusto al rientro delle vacanze. La conosco da almeno dieci anni, uscivamo insieme, è sempre stata una ragazza posata, io ero piuttosto post bellica (e lo sono ancora per dio!) ma insieme si stava bene. Lei credulona, io smaliziata, ci compensavamo. Lei buona, io più cinica. Insomma si stava bene insieme. Poi entrambe abbiamo fatto il ragazzo, e le frequentazioni com’è ovvio sono diminuite. Però ci siamo sempre state l’una per l’altra. Lunghe telefonate, incontri saltuari…ma sapevamo di esserci, e tanto bastava insomma. Quando si è amiche, va bene anche così, no? Insieme a noi in compagnia c’erano altre sei ragazze, otto in tutto praticamente, e si era sì amiche, ma il rapporto stretto stretto non era omogeneo. Come spesso capita. Comunque, loro si sono allontanate del tutto, quando io e A ci siamo fidanzate, e addirittura ci tolsero il saluto. Che accidenti di amiche erano? Beh, è evidente che non lo erano! E chi se ne frega, no? Dopo circa quattro anni di relazione, lei conobbe il suo attuale compagno, e lo frequentò per un po’ di tempo in contemporanea con l’altro…io lo sapevo, solo io lo sapevo, io la coprivo, io la confortavo o la consigliavo o la stimolavo o la sgridavo…io c’ero, SEMPRE. A qualsiasi ora del giorno ma anche della notte ogni volta che ne aveva bisogno. Si sa mai che le capiti qualcosa, pensavo. L’ho messa in guardia più e più volte sul tipo di persona che stava frequentando, ma tant’è, quando parte la testa e il cuore c’è poco da fare. Ma io le stavo vicina, timorosa della catastrofe che poteva incombere alle sue spalle. Ho saputo di tradimenti. Glieli ho detti, con le dovute maniere, ma niente. Ho saputo di droghe, gliel’ho detto con le dovute maniere. Ho saputo di altri innumerevoli e certificati tradimenti. Gliel’ho detto, niente. E io lì con lei. A soffrire piangere o gioire. Sono una buona spalla, basta non farmi parlare di me…Finchè un giorno è rimasta incinta. Lui l’ha messa deliberatamente incinta secondo me. Bella, fisico da paura, intelligente, soldi…Lui, lo zero assoluto. Cos’altro poteva fare se non legarla a sé in questo squallido modo? Niente. E io lì, nell’angolino, pronta per lei. Le ero vicina quando decise l’interruzione di gravidanza. Vicina quando ci ripensò e tenne il bambino. La cosa più bella che potesse capitarle, con il senno di poi. E improvvisamente, all’orizzonte durante la sua gravidanza tornarono le altre sei ragazze, quelle che ci tolsero il saluto, quelle che parlavano male di noi -e che continuavano a sparlare alle sue spalle. E lei le ha riaccolte come se nulla fosse mai successo. Meritevole, direi, io non ce l’ho fatta. A che pro parlare con persone che ti hanno ignorato e lavato il culo per tanto tempo? Non ha senso, no? Ma lei l’ha voluto fare, e va benissimo, tanto pensavo che alla fine il nostro rapporto di vera amicizia non ne sarebbe uscito scalfito…infatti. Nasce il bambino, lui la tratta come un pezzo di stoffa rovinato, e io lì accanto a lei a spingerla a cercare di stare bene, per lei soprattutto ma anche per il bambino. Beh, son passati due anni dalla nascita, e ci sono stati episodi strani culminati poi in quello che è successo l’altro giorno, che mi ha fatto un male cane! Cioè cose del tipo che mi chiamava in lacrime, io mollavo tutto correvo da lei per trovarmela sorridente come la famiglia del mulino bianco. La invitavo a fare una passeggiata, per non restare chiusa in quelle quattro mura, declinava l’invito e me la trovavo in giro con le altre ragazze. Va benissimo, sai, le dicevo, ma non tirarmi per il culo! Non sei di mia proprietà, tu puoi fare e frequentare chi ti pare, ma dimmi la verità. Le bugie prima o poi vengono scoperte. E le sue le ho scoperte tutte, e ogni volta era una piccola delusione, e lei lì a negare giustificare e dire che non era proprio così. Sono cosciente del fatto che non è accaduto nulla di grave, ma dopo lunedì io mi sono gelata. In sostanza, stupidaggine, mi ero offerta di aiutarla con il bambino durante le vacanze, quando anche io ero a casa, così stavamo insieme cosa che non capitava da molto…e lei ha gentilmente declinato l’invito accampando quelle che poi si sarebbero rivelate mere giustificazioni. Va bene comunque, no? Mi ha tartassato le ferie lamentandosi delle sue cose. E io la ascoltavo. Per poi sentirmi dire “sono venute al mare da me ad aiutarmi meno male che c’erano loro, sennò non so cosa avrei fatto”…gelo totale. Non sono stata in grado di dirle niente…Ieri mi ha chiamata per lagnarsi della sua situazione, ma io ero distante anni luce. Mi ha proprio deluso, mai deludere un amico…

Ago 25, 2009 - Senza categoria    43 Comments

Rientro

Ed è ora di rientro anche per me! Si ritorna alla vita normale! Sono durate tanto queste ferie, in fin dei conti due settimane non sono poche, ma avevo le pile -ma anche le palle, a voler ben vedere- a terra…quest’anno proprio mi dovevo ricaricare. E così è stato, per fortuna…! Beh, la prima settimana è stata decisamente noiosa,  nel senso che ho letteralmente oziato, tolto qualche faccenda domestica, non ho fatto nient’altro. Non mi sono mossa, non ho fatto proprio nulla. Ho ricevuto qualche proposta per andare in piscina, ma ho preferito rimandare il trauma del costume al mare, prima di rendermi conto troppo presto che era una schifezza assoluta!!! Eheh…sì, per una come me iperattiva, il riposo forzato è tutt’altro che rilassante! Ma ce l’ho fatta, soprattutto in virtù del fatto che la settimana seguente sarei andata in ferie. Ero un po’ preoccupata, ma avevo voglia di staccare e andarmene lontano con il mio lui…avevamo bisogno di un po’ di tempo solo per noi, e io avevo come il timore che insomma non sarebbe andato tutto bene. Invece è stato bello, rilassante, sereno…sono stata bene, sono stata felice. E quando è stato il momento di partire mi ha preso lo sconforto, perché ancora non possiamo condividere la quotidianità, ma forse il momento non è più così lontano…forse no…comunque, questo è un altro discorso. Siamo arrivati al mare con largo anticipo lunedì, macchè code e code, è stato un viaggio scorrevole…dopodichè, passeggiate, giri in biciclette, pranzo, mare…coccole e tante risate…è stato bellissimo!!!! Tempo bello, sempre a parte ieri che c’era un vento fortissimo, quindi la spiaggia sarebbe stata comunque inagibile per me visto la mia carnagione…però udite udite non mi sono scottata!! Giravo piena di crema protezione cinquanta, ma almeno zero scottature…miracolo, credetemi! La spiaggia era però un supplizio, insomma mi sono resa conto che sono ancora molto lontana dal traguardo dell’accettazione di me stessa…lontana anni luce!! E mi rendo conto che non ho più dodici anni, bisogna che me ne dia una svegliata…!

Comunque sì, le mie ferie quest’anno mi sono proprio piaciute, e il fatto che siano finite un po’ mi mette tristezza…ma so che è una cosa normale!

La cosa bellissima è che c’era come sempre un balcone, e io mi mettevo lì la sera prima di andare a letto, a fumare l’ultima sigaretta della giornata, a guardare il mare che si alzava con la marea, e a sorridere compiaciuta della totale assenza di pensieri negativi, a farmi accarezzare dalla brezza marina, in attesa che il sonno si impossessasse di me…zero pensieri malinconici, zero rimpianti, zero sospiri…bello, davvero…così come la mattina facevo delle passeggiate in solitaria al mare, con un sacco di gente che correva o semplicemente come me passeggiava, il mare verso le sette di mattina è bellissimo…se potessi regolare l’intensità del sole, di certo il mare sarebbe l’habitat naturale per una pesciolina come me.

Comunque, si ritorna alla vita normale…l’ultima sera sul mio balcone al mare ho realizzato che anche quest’estate sta finendo, e c’è un po’ di malinconia nel mio cuore…ma i giorni dei tormenti sono tutti alle mie spalle. Speriamo continui così.

Ciao amici, sono tornata!!

Ago 7, 2009 - Senza categoria    38 Comments

Chiuso per ferie…

CHIUSO PER FERIE

Dal 08-08-2009 al 23-08-2009

 

Ciao miei amici! Io vado finalmente in vacanza! Dopo tre lunghi anni finalmente farò due settimane…che purtroppo però non mi permetteranno l’accesso al PC, salvo trovare un computer disponibile da qualche parte…e allora, buone vacanze alla mia super amica KIKKA, che di certo provvederà a portare i miei saluti anche alla monella dispettosa, alla cavallina pazza, alla elga la vichinga, e alla lolly…sono le mie inseparabili compagne di gioco e coloro che hanno raccolto le mie confidenze più intime! Buone vacanze allo speciale DALAY al quale ho già fatto tutte le raccomandazioni possibili e immaginabili…sei un ragazzo davvero speciale, non buttarti via e aspettami mi raccomando farei conto di rovinarti la vita ancora per un bel pò! Buone vacanze al mitico PONY ahah sei il mio mito sai!!! Sei irriverente e spiritoso, e questo ti rende assolutamente irresistibile mi mancheranno le tue bizzarrie per ben due settimane…un saluto speciale a loro due eh pony ;-)! Buone vacanze ad APRITICUORE, nella speranza di trovarti qui al mio ritorno…sei un faro per molti di noi, magari per altri sei un emerito sconosciuto, ma le parole che tu sai dire sono quelle che arrivano dritte dritte al cuore. Non ci puoi abbandonare, no affatto, e questo è un esposto ufficiale…vedi tu, ma sappi che se non ti troverò qui al mio ritorno, anche saltuariamente, presenterò regolare denuncia alle autorità competenti! Buone vacanze al super CONTE…la tua calma di riflesso fa bene anche a me, perennemente agitata…e poi sei il nostro humbert-humbert ufficiale…Buone vacanze alla MAMMOLA, il mio alter ego virtuale! E’ pazzesco come qualsiasi cosa io dica, si addica a lei, e idem qualsiasi cosa lei dica, calzi a pennello anche a me. Buone vacanze alla MATTA_PAZZ mi dispiace che con queste due siamo a tre settimane di lontananza. Spero che le vacanze ti abbiano fatto bene, e che la tua testolina matta stia meglio. Buone vacanze a PICCOLINO1000, anche se non so se tornerà fra noi, io spero davvero di avere tue notizie, spero che siano spariti un po’ di casini nella testa e nel cuore. Buone vacanze a BILLICONEDI, mi dispiace che non potremo farti divertire io e la kikka accoppiata vincente! E buone vacanze a EPIFASI il mio dada preferito…notizie?

E poi buone vacanze a tutti coloro che passeranno di qua e a tutti coloro che frequento con meno assiduità. E un grazie immenso perché mi regalate dei momenti spassosissimi! E spero che ci sarete ancora tutti qui da me al mio ritorno…e poi uffi, già l’ho detto, odio gli abbandoni, anche se di breve durata…UN ABBRACCIO STRETTO STRETTO!

Ago 6, 2009 - Senza categoria    28 Comments

Since I don’t have you..

– Since I Don’t have you                                  – Da quando non ho te

I don’t have plans and scheme                        Io non ho piani o schemi

and I don’t have hopes and dreams                 e non ho speranze e sogni

I, I, I don’t have anything                               io, io, io non ho niente

since I don’t have you                                    da quando non ho te

And I don’t have fond desires                          E io non ho desideri di affetto

and I don’t have happy hours                          e io non ho ore felici

I don’t have anything                                      io non ho niente

since I don’t have you                                     da quando non ho te

Happiness and I guess                                     La felicità suppongo che

I never will again                                             non l’avrò di nuovo

When you walked out on me                             Quando te ne sei andata da me

in walked ol’ misery                                         camminando in sofferenza

And she’s been here since then                         E lei è restata quì fino ad allora

Yeah we’re fucked!                                           Sì siamo fottuti!

I don’t have love to share                                 Io non ho amore da condividere

and I don’t have one who cares         e io non ho qualcuno di cui prendermi cura

I don’t have anything                                        Io non ho niente

since I don’t have you                                       da quando non ho te

                                       You, you, you oh oh!

                                       You, you, you oh oh!

                                       You, you, you oh oh!

                                     You, you, you oh yeah!

                                           GUNS’N’ROSES

                  http://www.youtube.com/watch?v=j6r8LJYKpR4

 Lasciamo tutti una scia della nostra presenza, giusto? Cioè, per il solo fatto di incontrarsi e scambiarsi opinioni, resteremo davvero nel cuore di qualcuno? Ammettendo che riusciamo ad entrare nel profondo di chi incontriamo, lasceremo un segno? Un ricordo? Possibilmente positivo? Io lo spero tanto, per quello che mi riguarda. Spero che chiunque abbia incrociato la mia strada, nella fanciullezza, nell’adolescenza e ora anche nell’età adulta conservi un buon ricordo di me…non so perché, ma oggi a pranzo mi è venuto da pensare questo…spero di essere stata una persona positiva e degna di un piccolo spazio nel cuore di chi si è avvicinato a me. Io per quel che vale, non mi sono scordata di nessuno…tutte le persone importanti sono nel mio scrigno nel giardino segreto…!

Ago 1, 2009 - Senza categoria    89 Comments

It’s a new day…for me…

E’ da un bel po’ che non scrivo uno dei miei post deliranti. In effetti è davvero un periodo delirante al lavoro, come sempre quando si tratta di andare in ferie. Non so se è un fatto universale, comunque sono davvero presissima e quindi mi posso dedicare pochissimo al mio blog. A tratti mi sono trovata a pensare se davvero valesse la pena continuare, ma poi mi sono risposta che sì, ne vale la pena. Perché qui è la mia valvola di sfogo, non devo piacere per forza a nessuno, posso dire ciò che mi pare senza necessariamente dovermi giustificare con chicchesia. E poi perché ho trovato persone che per me sono diventate sul serio speciali…! Infatti mi chiedo come farò a stare due settimane senza di voi! Comunque, non pensiamoci, manca ancora una settimana piena piena prima delle mie vacanze…uh, quest’anno ne sento il bisogno in un modo spasmodico. Gli ultimi tre anni le mie vacanze annuali si limitavano alla settimana di ferragosto, e nulla più. Ma non mi pesava, allora ero ancora affettuosamente legata sia al mio lavoro che ai miei colleghi. Quest’anno non so, forse sto invecchiando, o forse ho accumulato troppo, fatto sta che sono insofferente. Quindi l’idea di essere a casa ben due settimane (una delle quali al mare, per di più) mi elettrizza!!! Evviva, ferieeee!!

Per il resto continuo a stare bene. Le mie biciclettate serali, oltre a farmi bene, mi snervano non poco. Dopo una giornata stressante, la prospettiva di uscire da sola mezz’oretta in bici, mi tira su di morale, e nonostante la stanchezza riesco ad affrontare la serata a mente serena, e non è poco, visto il mio umore altalenante. Ho ritrovato il mio equilibrio, che erano davvero tempi lontani che non avevo più. Ora dipendo solo da me, non da una telefonata o dagli umori di una persona. Riesco a camminare in bilico tra il sereno ed il triste. Certo, a volte la malinconia mi attanaglia ancora la gola, ma non so come ho fatto, riesco a controllarla un po’ meglio. Ho meno crisi solitarie di pianto, riesco a parcheggiare le lacrime al loro posto…e per questo sto tranquilla. Felice? Boh, e chi lo sa se sono felice. Una persona a cui tengo davvero molto, nonostante con ogni probabilità non la incontrerò mai nella mia vita, si chiede se saremmo mai FELICI in questa vita. Io non lo so, davvero. Penso che felice felice non lo sono mai stata. Per ora mi accontento di essere serena. E mi accontento di allontanare le paranoie dalla mia fragile mente. Purtroppo però il mal di testa mi tiene compagnia dall’inizio della settimana, e la cosa ahimè mi incattivisce. E per questo mi chiudo nel mio bozzolo e cerco di non trovare l’appiglio per la lite, che mi verrebbe facilissima…

Ci sono però state un paio di giornate un po’ così. Purtroppo, per come sono fatta io – e garantisco che sono molto particolare- certe cose mi fanno davvero venire “l’ostia a cavallo”. Io regalo tutta me stessa, quando riesco a voler bene…poi però di punto in bianco, quando mi rendo conto che davanti a me ho un muro, mi raffreddo…e puntuale che in quel momento arriva quella persona, ma davvero succede ogni volta, a reclamare attenzioni…che io non riesco più a dare…perché la delusione mi si annida proprio nel profondo, e oltre quella non posso non riesco ad andare…e allora temporeggio, fino a far capire che ormai, non c’è trippa per gatti…la delusione è davvero troppa. Quando investo sentimenti o attenzione che sia, mi piace avere un riscontro dall’altra parte. Ma le chiamate, i messaggi lasciate inevase, quelle a lungo andare mi portano lontano. Lontano in un punto dal quale non so più tornare. Anche se una parte di me tira per  ripensarci, per la nuova possibilità, quell’altra, quella della dignità, prende il sopravvento e allora non ce n’è più per nessuno. E in quel momento mi sovvengo di tutti quegli episodi che sono accaduti, e per i quali io stavo male, e mi rendo conto che io valgo molto di più di quelle briciole…io voglio essere la numero uno, a volte accetterei anche di buon grado di essere la numero due, ma una fra le tante…beh, quello no…sono venticinque anni che mi costruisco una personalità per spiccare dalla massa, ed essere una in mezzo a tante altre non mi piace…forse non sarò bellissima, e nemmeno così intelligente come mi piace pensare, però ho la certezza di avere una personalità…e questo è sufficiente per me per poter essere trattata con rispetto. Sempre in riferimento ad una persona, non nel mondo in generale! E certo che lo so anche io che ce ne sono miliardi al mondo meglio di me, però se io non sono la migliore per te, o se davvero non sono così speciale da portarti ad avere un occhio di riguardo per me, beh, allora tanto meglio lasciar stare. Tanto, si sa a cosa avrebbe portato…al nulla. Al contempo però mi resta quell’amaro in bocca di sconfitta…perché era tutto così carino, e con un niente è stato sciupato. Ho comunque la certezza che il mio non sia orgoglio. Per me è la dignità che mi salva. Vedo attorno a me tante, troppe ragazze che si svendono per uomini che non valgono nemmeno la punta dei loro stivali. E le ho sempre guardate con aria di sufficienza, finchè non è capitato anche a me di essere una di loro. Più o meno, con svariate sfumature. E no, non mi si addice. Troppo dolore, troppo rimuginare troppi pensieri. Non fa per me, punto. E ora l’ho capito. Comunque la noia è passata, ora va decisamente bene…ci sono lo dico con assoluta sincerità, dei minuti nei quali mi perdo nel mio mondo, e penso ai bei momenti…sorrido con una punta di nostalgia. Ma poi passa, bisogna sapersi sganciare dalle cose. Io ci metto forse più tempo degli altri, però ce la faccio prima o dopo.

In sostanza, comunque, niente di nuovo…anzi sì, una cosa nuova c’è…ora il centro del mio mondo sono tornata ad essere io!!!