Archive from settembre, 2009
Set 26, 2009 - Senza categoria    29 Comments

Sono nel limbo.

Sono sempre nel limbo delle parole. Vado e vengo, vengo e vado e non concludo nulla. Però stamattina ci provo, e quel che viene viene ho deciso che pubblicherò comunque. Perché nemmeno aspettare il post perfetto ha molto senso…

Il primo malanno stagionale m’è piombato addosso come un tram e sono tutta accartocciata quindi direi che l’autunno non inizierà nel migliore dei modi! Vedrò di passare indenne anche questa. Un tempo non molto lontano mi vantavo del fatto che seguendo una dieta vegana io riuscivo a  sfuggire ai malanni e invece sono due anni che tac me li prendo comunque. Allora non vale più la regola…poi per il resto non so. Nel senso che non c’è nulla che non va nel senso stretto del termine, però boh mi sento irrequieta come se la tempesta fosse dietro l’angolo, come se dovesse arrivare qualcosa che mi sconvolgerà…non so…sembra tutto così frenetico ma le mie giornate sono d’una lentezza infinita, e a sera arrivo stremata come se avessi percorso un miliardo di chilometri…come se tutto il giorno avessi camminato ininterrottamente…Non so spiegarmi il perché, anche se com’è ovvio ci penso e ripenso ma non arrivo al punto di dire “ok, ho questo”. Mah, sarà il cambio di stagione? Per il resto, continuo a fuggire “dall’amica” che mi aveva dato la famosa delusione e dalla quale non mi sono onestamente ancora ripresa. Lei mi chiama, come se niente fosse, più bella che mai, ma io…non so…quando poi si spezza qualcosa dentro di me, è difficile rimettere tutto insieme.

Quindi non so, io vago, nel limbo, come ho detto all’inizio!

Buon week end…

Set 21, 2009 - Senza categoria    61 Comments

MAGNOGLIA

E’ un periodo che non ho molto da scrivere…scrivo e cancello…penso scrivo e cancello. Mi sembra che siano solo banalità quelle che mi vengono da scrivere…quindi resto a riflettere tra me, e spero che mi torni un pò l’estro! Tornerà, era già capitato. Allora mi appoggio a canzoni, poesie, citazioni, qualcosa che lasci intravedere come mi senta, o qualcosa che ha a che fare con le mie giornate, o solo qualcosa che mi andava di condividere con voi. Metto il testo di una bellissima canzone dei Negrita, che mi hanno fatto venire in mente e che da venerdì non mi abbandona…eccola, si intitola MAGNOGLIA.

Lentamente scivola
La tua mano su di te
Quel tanto che basta per trasformare
Ogni carezza in un gemito
Ti guardo accaldata contorcerti
Tra le lenzuola umide
Golosa ed implacabile
Forza fammi male finchè vuoi…
Lo sai…

PIOGGIA IO SARÒ … PER TOGLIERTI LA SETE…
E SOLE SALIRÒ … PER ASCIUGARTI BENE…
VENTO ARRIVERÒ … PER POTERTI ACCAREZZARE…
MA SE VUOI… SE TU VUOI…
TRA FANGO E NEVE, FANGO E NEVE IMPAZZIRÒ!

Ti ammiro per come ti approcci
A questi anni mutevoli
Mi piace quel tuo senso pratico
La tua forza e l’ironia
I cieli neri intorno a noi
Sono soltanto nuvole
Che dolcemente soffi via
E niente può far male più, lo sai…
Lo sai…

PIOGGIA IO SARÒ … PER TOGLIERTI LA SETE…
E SOLE SALIRÒ … PER ASCIUGARTI BENE…
VENTO ARRIVERÒ … PER POTERTI ACCAREZZARE…
MA SE VUOI… SE TU VUOI…
TRA FANGO E NEVE, FANGO E NEVE IMPAZZIRÒ!
Impazzirò!….

FINCHE’ PIOGGIA DIVERRÒ … PER TOGLIERTI LA SETE…
E SOLE IO SARÒ … PER ASCIUGARTI BENE…
VENTO ARRIVERÒ … PER POTERTI ACCAREZZARE…
MA SE VUOI… SE TU VUOI…
TRA FANGO E NEVE, FANGO E NEVE IMPAZZIRÒ!…
IMPAZZIRÒ! E PIOGGIA IO SARÒ
PER TOGLIERTI LA SETE, PER ASCIUGARTI BENE, PER POTERTI ACCAREZZARE
MA SE VUOI , SE TU VUOI….
FINO ALLA FINE, FINO ALLA FINE DEL MONDO…

Vieni con me, vieni con me, vieni con me
Ad insegnarmi a camminare,ad insegnarmi a respirare…
Con le mani, con le mani,con le mani
con le tue mani potrei morire,sulle tue mani potrei….

Set 15, 2009 - Senza categoria    66 Comments

Citazione

L’unico modo per rafforzare l’intelletto

 e’ quello di non decidere niente riguardo a nulla,

e di lasciare che la mente

sia una strada

percorribile da tutti i pensieri.

-John Keats-

Set 7, 2009 - Senza categoria    116 Comments

Oggi.

Oggi…oggi non è una grande giornata, mi sento un pò così. Nonostante il week end sia andato bene, il Lunedì invece è assolutamente nero! Tutto è iniziato con il mio arrivo al lavoro, e va beh già lì comunque gli istinti omicidi hanno toccato la vetta. Poi va beh, mi arriva una notizia che mi lascia del tutto frastornata e ancora non ce l’ho fatta a riprendermi. Molte troppe volte il fatto di riuscire a provare un’empatia con una persona, mi porta a stare male anche se non dovrei, perchè in fondo potrei dire chi se ne frega…ma non riesco no! Non riesco a prendere le distanze, mi riesce difficile nonpensare a cosa potrei fare per essere d’aiuto, e di conseguenza mi viene addosso una brutta cosa che non riesco a scrollarmi di dosso. E’ come se oggi vedessi tutto e tutti scorrermi davanti, tanto vicino ma abbastanza lontano da non toccarmi. Mah, mi sento un pò così. E mi piacerebbe avere la bacchetta magica per poter aiutare le persone alle quali sono affezionata. Un colpetto e via, via le preoccupazioni via i malumori via tutto.

Mi sento impotente e la cosa mi rompe i coglioni, parafrasando s’intende.

Set 2, 2009 - Senza categoria    74 Comments

Rimpianto o Rimorso?

Pensavo…e mi chiedevo…e ragionavo…e ci rimuginavo…meglio un rimpianto o un rimorso?

Non riesco a venirne a capo.

Meglio rimpiangere che ne so un bacio mai dato (“per un amore nuovo…”) oppure avere i rimorsi per averlo dato? Meglio rimpiangere di non aver fatto quella cosa, o pentirsi di averla fatta? Ma poi, ammettendo di averla fatta e quando poi con la mente serena (perché è assolutamente certo che la mente prima o poi torna lucida, per forza)ci si trova a ripensarci magari anche con un sorriso sulle labbra, ebbene, se si viene colti dai rimorsi? Che si deve fare? Vuotare il sacco per dividere la propria pena con qualcuno o continuare a pagare lo scotto di un’azione fatta cavalcando l’onda delle emozioni? No, non è fattibile. E quanto è probabile che un rimorso si trasformi in un rimpianto? Trovandosi a ripensare ad un avvenimento (che sia un amore o un capo d’abbigliamento piuttosto che un dolce non mangiato) che si ha avuto il coraggio di affrontare, e trovandosi non pentiti ma almeno rammaricati ecco, non è che in quel preciso istante il rimorso si fonde con il rimpianto per aver agito? Quale accidenti è la differenza? Ebbene, mi sono accorta che la differenza è davvero labile…e non è meglio né un rimpianto né un rimorso. Il rimpianto ti para davanti agli occhi tutti una serie di e se, se mai (“ti parlassero di me…”), se avessi se se se e continuando a crogiolarsi nel rimpianto, si finisce di vivere in un mondo parallelo popolato di sogni speranze e aspettative che sono razionalmente bolle di sapone, perché il passato non torna. Il rimorso invece ti porta a sentirti una carogna, ti porta ad assumere a volte atteggiamenti del tutto forzati, ti porta a mentire e a non essere te stessa. E allora cosa è bene fare? Forse sarebbe bello poter vivere il tutto -la vita- con più serenità, ma mi rendo conto che non è una cosa facile. No assolutamente.

…uhm…e continuo a pensare…