Archive from marzo, 2010
Mar 26, 2010 - Senza categoria    25 Comments

Consigli per la lettura.

Era, è in verità, un periodo di magra anche per quanto riguarda la lettura.

Ieri sera ho guardato la mia libreria stracolma di libri, alcuni non letti, altri letti adorati e osannati, altri ancora letti per inerzia, una volta acquistati si sono rivelati delle vere e proprie fregature. Altri fondamentali. Insomma ieri intorno alle 22 ho deciso di leggere un romanzo acquistato un bel pò di tempo fa, prima che i giornali -soprattutto i settimanali femminili- iniziassero a proporlo come lettura interessante. Il libro si intitola “Le ho mai raccontato del vento del Nord” autore Daniel Glattauer. Ricordo che lo acquistai…per il titolo evocativo…direi struggente ai miei occhi. Mi dava una non so quale emozione ed era per me assolutamente necessario comprarlo. Vuoi anche per la storia, non so, ma ho fatto proprio…visto-preso…ad ogni modo, ieri l’ho iniziato. E l’ho finito. Iniziato alle 22, finito all’una…e poi impossibile dormire.

Io riconosco che non è niente di che, che non sarà mai e dico MAI un romanzo che farà scuola o che sarà una pietra miliare della letteratura, ma…leggetelo…davvero…una stretta al cuore.

Mar 24, 2010 - Senza categoria    8 Comments

…Te lo leggo negli occhi…

 

Finirà me l’hai detto tu
ma non sei sincera,
te lo leggo negli occhi
hai bisogno di me.
Forse vuoi dirmi ancora no
ma tu hai paura,
te lo leggo negli occhi stai soffrendo per me.
E nei tuoi occhi che piangono
mille ricordi non muoiono
perdonami se puoi
e resta insieme a me.
Tra di noi forse nascerà
un amore vero,
te lo leggo negli occhi
tu lo leggi nei miei.
Ma non sei sincera
te lo leggo negli occhi
stai soffrendo per me.
E nei tuoi occhi che piangono
mille ricordi non muoiono
perdonami se puoi
e resta insieme a me.
Tra di noi forse nascerà
un amore vero,
te lo leggo negli occhi
tu lo leggi nei miei

(Dino – meravigliosa la cover di Franco Battiato)

MAI PAROLE SAREBBERO STATE PIU’ APPROPRIATE…

Mar 16, 2010 - Senza categoria    20 Comments

io, stasera

ho sempre avuto un rapporto strano con gli uomini. La genesi è senza dubbio il rapporto con mio padre, se così si può definire, visto che non abbiamo mai avuto un rapporto. erano e sono scontri, non rapporti. forse peruna buona parte dovuti al mio carattere schifoso, e buona parte dovuti al suo che è tutto tranne che piacevole. mai una carezza né un complimento nè tantomeno un gesto d’incoraggiamento per quella figlia che invece lo cercava come fosse l’unica cosa fondamentale dell’esistenza. e quando dico mai, è mai. mai. sempre mia mamma che si prostrava per le sue adorate figlie, criticandole ma seguendole da vicino in ogni momento, per colmare la lacuna maschile.

insomma dicevo rapporto strano. sin dai primi amori se così li vogliam chiamare era chiaro che il mio era un rapporto di sudditanza con il maschio mi trasformavo e lo faccio tutt’ora in quello che loro volevano cercando di celare bene quello che potesse non andare di me. non andare per loro, sia chiaro. io sono coscientissima dei miei difetti e siccome li conosco a menadito li nascondo. ma questo non è amore è devozione è sudditanza e allora al lavoro o con le amiche esce la vera me quella iraconda che sbotta l’altruista la spalla su cui piangere ma nei rapporti di coppia cerco di essere quello che gli altri vogliono da me.

e perdo di vista quello che io vorrei da loro. da che ho memoria, ho sempre più dato che ricevuto, ogni nuova volta è una nuova speranza che sia quella giusta e allora giù a capofitto annullandomi ancora fino ad arrivare al giorno in cui mi rendo conto che…io che fine ho fatto? cosa mi torna dell’amore e della devozione che io do? non mi torna nulla e d’accordo che non bisogna neppure chiedere nulla ma perdio se io mi sfianco perchè diavolo non torna nulla? perchè scelgo rapporti complicati e persone impossibili anzichè scegliere quello che fa per me? perchè mi preoccupo e mi sfondo la testa per persone che mi indorano la pillola ma nel concreto cosa accidenti mi arriva? qualche emozione sì a volte forte ma mai mai mai nessuno ha vissuto con tanto coinvolgimento come il mio. perchè anche se non lo si da a vedere, lo si percepisce echecazzo se ami una persona puoi essere introverso quanto vuoi che SI VEDE si vede quando i tuoi bisogni vengono dopo i miei e i miei dopo i tuoi e ci si incontra a metà strada sperando di trovare la giusta via per amarsi nello stesso modo.

sono sempre stata quella che ama di più. nella coppia c’è sempre qualcuno che ama di più quel qualcuno ero io.

non sto presentando il conto sto solo rendendomi conto che ho un approccio sbagliato ma che ora è difficile correggere perchè io sono sempre stata così e ora non posso pretendere che tu diventi come sono io se non lo sei mai stato. così come non posso pretendere che tu mi metta al primo posto perchè ehi a te sembra che io ci creda forse io te lo faccio credere ma il mio cervello se pur annebbiato a sprazzi funziona e io lo so lo so perdio se lo so stasera più che mai che io resterò lì nel posto in cui tu mi hai messo, senza possibilità alcuna di emancipazione.

Cazzo come è stato difficile scrivere questo post.

Mar 14, 2010 - Senza categoria    6 Comments

Mah

mah sono assolutamente arida di parole…o forse sto mentendo.

Non sono arida di parole così come non lo sono di emozioni ho un vulcano sopito dentro che vorrebbe uscire scalpita per poterlo fare ma che io bado bene a tenere addormentato diciamo…ci sono cose che temo possano trovare la luce del sole perchè prenderebbero uno spazio reale nella dimensione VITA e mi fa paura la cosa. Perchè fintanto che restan dentro di me, le posso diciamo gestire, una volta fuori da me…sono alla mercé del mondo…

Sono sempre al centro del caos…ed è per questo che latito…

Mar 7, 2010 - Senza categoria    17 Comments

i sogni son desideri!

“I sogni son desideri

di felicità

Nel sonno non hai pensieri

ti esprimi con sincerità

Se hai fede chissà che

un giorno

la sorte non ti arriderà

Tu sogna e spera fermamente

dimentica il presente

E IL SOGNO REALTA’ DIVERRA’

DIVERRA’…”

(tratto da Cenerentola)