Archive from dicembre, 2010
Dic 28, 2010 - Senza categoria    9 Comments

io

Io penso di non conoscere il significato della parola perdono. Il perdono non sembra rientrare nelle mie corde, nella mia ottica, nella mia vita. Mi sgarri e per me resta sempre e solo lo sgarro. C’è il prima, e c’è lo sgarro. Dopo c’è il nulla. Non so, non riesco. Penso di riuscire a provare empatia, posso provare compassione, posso partecipare alla felicità come al dolore…ma davvero il perdono non mi viene. Mi sforzo, guardo oltre cerco di guardare oltre ma il perdono non esce.

Resta solo il nulla, dopo.

Niente perdono. Non perdono me stessa figuariamoci se riesco a perdonare qualcun’altro.

Dic 27, 2010 - Senza categoria    4 Comments

Qualche giorno fa

Vintage%20vogue%20cover.jpg
Qualche giorno fa
mi è stato detto
“sembri una di quelle donne
d’altri tempi
quelle donne che comparivano
su Vogue
con i tuoi colori
la pelle diafana…”
oh, beh,
Grazie!
Dic 18, 2010 - Senza categoria    8 Comments

Rieccomi.

Rieccomi nel mondo parallelo. E’ passato un sacco di tempo ed un sacco di acqua sotto i ponti e un sacco di post scritti e poi cancellati, onestamente di cose da dire ancora non ne ho molte, forse lo STOP è servito perchè iniziavo a vergognarmi dello scrivere di me. Mi sembrava che anche quì, le persone iniziassero a conoscermi, e allora ho preferito fuggire piuttosto che continuare a parlare di me. Volevo nascondermi esattamente come faccio normalmente, nel senso che ometto di parlare di me. Invece la terapia che il blog ti concede è proprio quella di poter parlare di te stesso senza giudizio o meglio con un giudizio ma che non pesa come pesa la spada della conoscenza che una persona ha verso di te. Ad ogni modo, spero penso di essere tornata.

Ancora molto ho da fare, per quel che riguarda il rapporto con me stessa. Ma spero e credo che ce la farò. Magari a volte annasperò, ma ce la farò sì!

Volevo rientrare con una semplice citazione, ma siccome ho interrotto con una citazione, non mi sembrava bello ricomparire con un altro pezzetto di canzone. E allora ho pensato all’intro. Ora però la metto, la citazione, perchè mi prudono le dita!!!

anche se voi vi credete assolti

siete lo stesso coinvolti….

F. de André