Archive from aprile, 2013
Apr 30, 2013 - Senza categoria    No Comments

Love me two times

Ritorno in questo mondo parallelo, a distanza di un sacco di tempo, ma paradossalmente nulla è cambiato…non i protagonisti, intendo.

Esattamente la stessa persona che si era incagliata nel mio essere, senza in verità uscirne mai, è tornata in un certo qual modo a far parte dei miei pensieri con cadenza quotidiana direi, occupando ogni piccolo spazio del mio cervello.

Mi trovo in una situazione che mi dilania.

Da una parte, dopo due anni finalmente l’occasione di VIVERLO a trecentosessanta gradi…di sentire il suo calore, il suo sapore, il profumo della sua pelle, del suo corpo, dei suoi umori, poter sentire sui polpastrelli la consistenza del suo corpo, poter affondare le unghie…sentire come cambiano i moduli della sua voce, sempre pacata, vedere le espressioni mutare prima durante e dopo, chiudere gli occhi e memorizzare tutto…nella vita reale, non nelle mie fantasie.

Dall’altra, c’è un aereo che parte. Questo dice tutto.

Allora io mi chiedo se sono in grado psicologicamente di gestire questo nuovo terremoto.

Se dovessi sapere che il rientro è possibile, beh mi tufferei a pesce. Ho atteso due anni, cosa vuoi che sia qualche mese lontano. Ma non ho nessuna certezza, e una tremenda paura di correre il rischio di assaporarlo e poi vederlo svanire. Come dice Bennato (da rivalutare, come artista, direi) una settimana, un giorno, solamente un’ora a volte vale una vita intera….sono certa che ne varrebbe la pena, al di là del puro coinvolgimento fisico, proprio come esperienza completa. Se ancora la pensa come allora, sarebbe un’esperienza totalizzante al di là della sola unione fisica.

Sono chiusa in me, non so cosa pensare, non so cosa fare, non so cosa dire.

Sarebbe bello se fosse tutto più semplice…sarebbe bello avere la risposta.

E’ che io lo desidero in un modo inspiegabile, pure a me stessa.