Mag 28, 2013 - Senza categoria    No Comments

Sdraiata

9604697.jpgsto draiata

quì

sull’erba

esattamente come allora

ma da sola

e guardo i palloncini

che si allontanano da me

esattamente come tu, ora

Ma la domanda che mi ronza in testa

con insistenza,

è

“ci hai mai pensato, davvero?”

fiumi di parole salgono fino alle mie labbra

e lì muoiono

uccise dall’ossigeno della realtà

e non posso dirtele

perché tu

non ci sei…

ma vorrei dirtele,

di persona.

Con un’urgenza

incontenibile.

Mag 27, 2013 - Senza categoria    No Comments

Sensazioni

..in un momento solo

conoscerti

amarti

e già sapere

che devi andare via

che devi andare via, lontano

che devi

andare

via…

(scrivere è come baciarti ogni giorno cit.)

Mag 24, 2013 - Senza categoria    1 Comment

Piove.

Niente oh. Ho la testa che mi frulla in continuazione gira gira gira non si ferma pensieri che continuano ad andare da una parte all’altra di me. Inquietudine che non passa. Come se dovessi scalpitare, ma fossi pietrificata. Vorrei gridare forte con tutto il fiato che ho, nella speranza di buttarla fuori.

Non potrebbe essere tutto più semplice?

Come nei quiz…le risposte sono quelle, devi per forza darne una.

Cosa mi manca, per poterlo raggiungere?

E’ come se tutti pezzi del puzzle che abbiamo provato ad incastrare, fossero sbagliati. Io invece vorrei che si incastrasse tutto a meraviglia. E’ come se fosse lì, tanto vicino da poterlo quasi toccare, ma abbastanza lontano da non poterlo afferrare. Mi spingo fino al bordo, ma è ancora troppo lontano.

Porca puttana, perché non ti avvicini e non ti lasci prendere?

Mag 23, 2013 - Senza categoria    1 Comment

Emme come Milano – M. Remigi

Emme come Milano
come metano
come ‘ma chi me lo fa fare’
di lavorare
di faticare
correre in macchina
o in metropolitana
dalla mattina
sotto la Madonnina
che prega come una mamma
per il mercante
per il meccanico
e per me

mai una rosa
sboccierà
sopra un tram
ma che bello
sarebbe vedere
una cosa così

mai un violino
in banca
mai suonerà
e se questo accadrà
non sarà
proprio qui
proprio qui

emme come Milano
come metano
come ‘ma chi me lo fa fare’
di lavorare
di faticare
a me mi piace il mare

emme come Milano
oh mamma mia
oh mamma mia
che città

SINTESI PERFETTA.

Mag 21, 2013 - Senza categoria    No Comments

Warmth

Ci sono tante cose che sento che mancano nella mia vita, lo so.

E nonostante io mi affanni a cercarle, non riesco ad acchiapparle!

La cosa che più mi manca, però, in questo periodo è il calore: non quello del sole, bensì il calore di un corpo umano, il calore delle braccia, il calore delle labbra, il calore della lingua.

Non è esattamente il bisogno di un orgasmo, quello è facilmente raggiungibile da me.

E’ quel bisogno, appunto, di calore che un altro corpo è in grado di darti, l’insieme delle emozioni, il climax, il coinvolgimento.

Spesso, quando mi degno di andare a letto per cercare di dormire almeno un pò, mi ritrovo a pensare e a sentire il bisogno, di quelle braccia, di quel tutto. Che a volte ha un volto, a volte no.

Mag 20, 2013 - Senza categoria    No Comments

News dal mio mondo

Sabato sera sono uscita.

Udite udite. Già diper sé questa è una notizia bomba!

Sono andata in DISCOTECA (io) a BALLARE (io)….

Cioè un binomio assolutamente innominabile, per me, per quello che sono e quello che faccio.

Ad ogni modo, si trattava di un addio al nubilato al quale sono stata obbligata a partecipare.

E via, lasciate che lo dica almento quì…non è stato poi così male…!

 

Mag 8, 2013 - Senza categoria    No Comments

E così.

C’è da dire che ho ricominciato a scrivere di getto, dopo una lunga assenza. C’è anche da dire che avrei un sacco di parole, da scrivere, ma mi sento svuotata e nel momento in cui inizio a scrivere, tutto si perde in una realtà che offusca ogni mia parola ogni mio pensiero.

Mi sento spossata, ecco. Come se tutto mi passasse sopra, sotto, accanto senza veramente fermarsi addosso a me, come se la vita e le cose mi scivolassero accanto e io mi limitassi solo a guardarle, senza veramente vederle.

E’ una sorta di fastidiosa apatia.

Ormai ho smesso anche di nutrire qualsiasi tipo di speranza, tanto verrebbe comunque disattesa, e non ho più nemmeno voglia di fare battaglie lunghe e sfiancanti, tanto le perderei tout court.

 

Apr 30, 2013 - Senza categoria    No Comments

Love me two times

Ritorno in questo mondo parallelo, a distanza di un sacco di tempo, ma paradossalmente nulla è cambiato…non i protagonisti, intendo.

Esattamente la stessa persona che si era incagliata nel mio essere, senza in verità uscirne mai, è tornata in un certo qual modo a far parte dei miei pensieri con cadenza quotidiana direi, occupando ogni piccolo spazio del mio cervello.

Mi trovo in una situazione che mi dilania.

Da una parte, dopo due anni finalmente l’occasione di VIVERLO a trecentosessanta gradi…di sentire il suo calore, il suo sapore, il profumo della sua pelle, del suo corpo, dei suoi umori, poter sentire sui polpastrelli la consistenza del suo corpo, poter affondare le unghie…sentire come cambiano i moduli della sua voce, sempre pacata, vedere le espressioni mutare prima durante e dopo, chiudere gli occhi e memorizzare tutto…nella vita reale, non nelle mie fantasie.

Dall’altra, c’è un aereo che parte. Questo dice tutto.

Allora io mi chiedo se sono in grado psicologicamente di gestire questo nuovo terremoto.

Se dovessi sapere che il rientro è possibile, beh mi tufferei a pesce. Ho atteso due anni, cosa vuoi che sia qualche mese lontano. Ma non ho nessuna certezza, e una tremenda paura di correre il rischio di assaporarlo e poi vederlo svanire. Come dice Bennato (da rivalutare, come artista, direi) una settimana, un giorno, solamente un’ora a volte vale una vita intera….sono certa che ne varrebbe la pena, al di là del puro coinvolgimento fisico, proprio come esperienza completa. Se ancora la pensa come allora, sarebbe un’esperienza totalizzante al di là della sola unione fisica.

Sono chiusa in me, non so cosa pensare, non so cosa fare, non so cosa dire.

Sarebbe bello se fosse tutto più semplice…sarebbe bello avere la risposta.

E’ che io lo desidero in un modo inspiegabile, pure a me stessa.

Pagine:«1234567...19»